250.000 visualizzazioni in circa 7 mesi. Grazie a tutti!

Questo blog, nato per difendere i principi inderogabili della Costituzione primigenia, ha aperto i battenti il 14 febbraio 2017. In poco più di sette mesi ha superato le 250.000 visualizzazioni!

E dire che, a parte qualche rara eccezione, sono l’unico che vi ci scrive…

Grazie a tutti e continuate a seguirmi…

Avv. Giuseppe PALMA

Abbiamo superato le 70.000 visualizzazioni in appena 81 giorni! Grazie a tutti!

Ho aperto questo blog il 14 febbraio di quest’anno e, salvo qualche rara eccezione, sono il solo che vi ci scrive…

In appena 81 giorni di vita, lacostituzioneblog.com ha superato le 70.000 visualizzazioni!

Grazie a tutti e continuate a seguirmi…

Per chi volesse sostenere questo blog a difesa dei principi inderogabili della Costituzione del ’48, segua le istruzioni di cui al seguente link: http://lacostituzioneblog.com/donazioni/

W la Costituzione!

Giuseppe PALMA

 

40.000 volte grazie!

Questo mio blog ha aperto i battenti il 14 febbraio 2017, e sono il solo ed unico autore che vi ci scrive (fatta eccezione per pochi articoli di altri autori pubblicati sporadicamente).

In meno di sessanta giorni, ed esattamente in appena 56 giorni, lacostituzioneblog.com ha superato le 40.000 visualizzazioni!

Grazie di cuore a tutti! Un riconoscimento particolare va al collega ed amico Marco Mori (che spesso condivide i miei articoli sui social) e ad “Economia Democratica“, pagina facebook di divulgazione in materia economica, che già da novembre scorso ospita miei video e articoli. Ma un mio particolare riconoscimento va anche, e soprattutto, all’amico Filippo Altobelli, cioè a colui che mi aiuta nella grafica e senza il quale non avrei potuto realizzare questo impegnativo progetto di divulgazione a difesa della Costituzione!

Continuate a seguirmi: ripristineremo i principi inderogabili della Costituzione primigenia!

W la Costituzione del 1948!

 

Avv. Giuseppe PALMA

lacostituzioneblog.com

 

 

 

L’incompatibilità tra Costituzione ed eventuali “Stati Uniti d’Europa” (paper di Giuseppe PALMA e Marco MORI)

Ripropongo qui di seguito la lettura del mio paper, scritto a quattro mani con il collega avv. Marco Mori, sull’incompatibilità tra Costituzione ed eventuali Stati Uniti d’Europa (U.S.E. – United States of Europe), pubblicato nel settembre 2015 sulla rivista scientifica Diritto Italiano.

Per consultare il paper, cliccare su uno dei link sottostanti:

Avv. Giuseppe PALMA

 

 

L’incompatibilità tra Costituzione e Trattati europei (paper di Giuseppe PALMA)

Ripropongo, qui di seguito, il mio paper sull’incompatibilità tra Costituzione italiana e Trattati europei, pubblicato nel settembre 2015 sulla rivista giuridica diritto.it

Per accedere alla lettura del paper, cliccare su uno dei link sottostanti:

Avv. Giuseppe PALMA

 

Oggi in Senato la conferenza-stampa per presentare il DDL di revisione costituzionale che ripristina la sovranità nazionale (di Giuseppe PALMA)

Oggi, giovedì 23 marzo 2017, ore 12, terrò una conferenza stampa in Senato per presentare il mio DDL di revisione costituzionale (n. 2703 comunicato alla Presidenza il 15 febbraio 2017), a firma delle senatrici Paola De Pin e Monica Casaletto (di Riscossa Italia – Gruppo Misto).

Appuntamento presso il Senato della Repubblica, sala ISMA (Istituto Santa Maria in Aquiro), P.zza Capranica n. 72, Roma, giovedì 23 marzo 2017 ore 12;00. 

A partire da mezzogiorno sarà disponibile la diretta facebook!

Alla conferenza stampa, oltre a me, prenderanno parte la senatrice Paola De Pin (co-firmataria del DDL), quindi gli avvocati Marco Mori e Luigi Pecchioli (rispettivamente segretario e presidente di “Riscossa Italia“).

I principali obiettivi di questo mio DDL di revisione costituzionale sono:

  • la costituzionalizzazione dei contro-limiti così come sanciti dalla Corte costituzionale (Sentenze numm. 284/2007 e 238/2014);
  • l’abrogazione del vincolo del pareggio di bilancio vigliaccamente introdotto in Costituzione nel 2012, oltre alla costituzionalizzazione del suo ripudio;
  • la costituzionalizzazione dell’inderogabilità della sovranità monetaria (quindi il suo ripristino addirittura per via costituzionale);
  • il ripristino della sovranità nazionale attraverso la costituzionalizzazione della preminenza della legislazione nazionale su quella europea ed internazionale;
  • la costituzionalizzazione dell’obbligo per la Repubblica di perseguire l’obiettivo della piena occupazione;
  • la costituzionalizzazione dei limiti all’imposizione fiscale;
  • il mantenimento del sistema del bicameralismo paritario ma con l’introduzione di una commissione parlamentare di conciliazione che funzioni attraverso procedure democratiche previste da legge costituzionale. L’approvazione delle leggi avverrà sempre e comunque da parte di entrambe le aule parlamentari in un sistema di bicameralismo paritario, ma con un tentativo di miglioramento del sistema stesso, pur garantendo il ruolo paritario delle due Camere.

§§§

Per poter legge il mio DDL è possibile scaricarlo direttamente dal sito del Senato cliccando uno dei seguenti link:

Versione in PDF, stampabile (con allegata Relazione al DDL):

Versione a video:

 Versione stampabile (da video):

Avvocato Giuseppe PALMA

 

 

Giovedì 23 marzo la mia conferenza-stampa in Senato per presentare il DDL di revisione costituzionale da me redatto, che ripristina la sovranità (di Giuseppe PALMA)

Giovedì 23 marzo 2017, ore 12, terrò una conferenza stampa in Senato per presentare il mio DDL di revisione costituzionale (n. 2703 comunicato alla Presidenza il 15 febbraio 2017), a firma delle senatrici Paola De Pin e Monica Casaletto (di Riscossa Italia – Gruppo Misto).

23 marzo 2017, ore 12, Senato della Repubblica, sala ISMA (Istituto Santa Maria in Aquiro), P.zza Capranica n. 72, Roma.

Per accreditarsi e quindi partecipare all’incontro, inviate una e-mail a: ierardi.michela@gmail.com  specificando nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e quindi l’intenzione di partecipare.

I dettagli nella locandina:

Alla conferenza stampa, oltre a me, prenderanno parte la senatrice Paola De Pin (co-firmataria del DDL), quindi gli avvocati Marco Mori e Luigi Pecchioli (rispettivamente segretario e presidente di “Riscossa Italia“).

I principali obiettivi di questo mio DDL di revisione costituzionale sono:

  • la costituzionalizzazione dei contro-limiti così come sanciti dalla Corte costituzionale (Sentenze numm. 284/2007 e 238/2014);
  • l’abrogazione del vincolo del pareggio di bilancio vigliaccamente introdotto in Costituzione nel 2012, oltre alla costituzionalizzazione del suo ripudio;
  • la costituzionalizzazione dell’inderogabilità della sovranità monetaria (quindi il suo ripristino addirittura per via costituzionale);
  • il ripristino della sovranità nazionale attraverso la costituzionalizzazione della preminenza della legislazione nazionale su quella europea ed internazionale;
  • la costituzionalizzazione dell’obbligo per la Repubblica di perseguire l’obiettivo della piena occupazione;
  • la costituzionalizzazione dei limiti all’imposizione fiscale;
  • il mantenimento del sistema del bicameralismo paritario ma con l’introduzione di una commissione parlamentare di conciliazione che funzioni attraverso procedure democratiche previste da legge costituzionale. L’approvazione delle leggi avverrà sempre e comunque da parte di entrambe le aule parlamentari in un sistema di bicameralismo paritario, ma con un tentativo di miglioramento del sistema stesso, pur garantendo il ruolo paritario delle due Camere.

§§§

Per poter legge il mio DDL è possibile scaricarlo direttamente dal sito del Senato cliccando uno dei seguenti link:

Versione in PDF, stampabile (con allegata Relazione al DDL):

Versione a video:

 Versione stampabile (da video):

 

Avvocato Giuseppe PALMA

 

Dalla CEE all’UE: il 25 marzo a Roma vi sarà una riedizione della festa dell’ “Essere Supremo” di Robespierre. Finì male! Finirà così anche l’UE? (di Giuseppe PALMA)

 

Riporto qui di seguito il contenuto del mio articolo pubblicato oggi, 7 marzo 2017, su “Il Giornale d’Italia” (a pagina 4):

DALLA CEE ALL’UE: CELEBRAZIONI O FUNERALI?

Il 25 marzo si celebrano i sessant’anni dei Trattati di Roma. La parata si terrà a Roma e sarà certamente possente: si sprecheranno parole come “pace”, “opportunità” e “insieme”. In realtà sessant’anni fa nacque un’Europa totalmente diversa da quella che conosciamo oggi. I Trattati di Roma diedero vita alla CEE, la Comunità Economica Europea che creava una prima fase del mercato comune, senza infierire in alcun modo sulla sovranità di ciascuno Stato firmatario, che restava indipendente e sovrano sulla moneta, sulla politica, sulle leggi, sul fisco, sulle forze armate e sull’economia.

L’anno zero dell’Europa che conosciamo oggi è invece il 1989, vale a dire quando cadde il muro di Berlino, cioè quando il mondo smetteva di essere diviso in due (USA-URSS) e venivano unificate le due Germanie (Germania ovest e Germania est): lì nacque l’Unione Europea, che prese forma nel 1992 a Maastricht consolidandosi a Lisbona nel 2007.

L’Unione Europea è un qualcosa di completamente diverso dalla CEE, quindi le celebrazioni del 25 marzo prossimo a Roma saranno un qualcosa di pretestuoso e infondato.

Quella che oggi opprime popoli ed economie nazionali nasce da un’idea sbagliata di superamento degli Stati nazionali: togliere sovranità agli Stati per consegnarla nelle mani della finanza e di apparati burocratici non eletti si chiama CRIMINE!

Ma il peggio è arrivato successivamente con l’introduzione della moneta unica europea, l’euro, una moneta completamente sbagliata che rende gli Stati e la politica totalmente assoggettati all’economia e alla finanza, dove il lavoro non è più strumento di dignità umana ma grimaldello del capitale che ha il solo scopo di realizzare il massimo profitto, e ciò a scapito dei diritti fondamentali.

Chi ha creato l’Unione Europea non lo ha fatto per il benessere dei popoli, bensì per la tutela del capitale internazionale. L’UE è un recinto schiavistico e nulla ha a che fare con il concetto di Europa.

L’Europa nata a Roma sessant’anni fa non uccideva gli Stati e i loro popoli. L’UE nata a Maastricht comprime invece le Costituzioni nazionali degli Stati membri, i cui principi inderogabili sono continuamente stuprati dalla moneta unica e dai parametri capestro previsti dai Trattati.

Sono sicuro che durante le celebrazioni del 25 marzo la politica serva della sovrastruttura europea chiederà “più Europaproponendo la creazione dell’ulteriore crimine degli “Stati Uniti d’Europa, vale a dire la morte delle Costituzioni nazionali degli Stati membri e dei principi fondamentali in esse scolpiti! Occorre fermare questo scempio. Come diceva uno dei più autorevoli Padri Costituenti, Piero Calamandrei, “sulla libertà bisogna vigilare!”.

Credo che a Roma vi sarà una riedizione contemporanea della festa dell’ “Essere Supremo” del giugno 1794, quando Robespierre – presumendo l’infallibilità del Terrore – si ergeva a capo insostituibile dell’intera Francia. Finì male dopo appena un mese e mezzo. Sarà la stessa fine che attende l’UE?

Per questo ho una mia proposta: visto che il 25 marzo si celebrano i sessant’anni dell’Europa, cioè i sessant’anni dalla firma dei Trattati di Roma del 1957 e non l’Unione Europea di Maastricht-Lisbona, potremmo benissimo procedere allo smantellamento dell’UE e dell’euro – che massacrano democrazie, principi fondamentali e libertà – e tornare alla CEE del 1957, restituendo a ciascuno Stato la sovranità monetaria, politica, economica e legislativa.

Avv. Giuseppe PALMA

Mio articolo su “Il Giornale d’Italia” del 7 marzo 2017 (a pagina 4): http://edicoladigitale.ilgiornaleditalia.org/giornaleditalia/books/giornaleditalia/2017/20170307giornaleditalia/index.html#/5/

 

 

ATTENZIONE! Ecco il DDL di REVISIONE COSTITUZIONALE che abroga il vincolo del pareggio di bilancio e costituzionalizza i contro-limiti, la piena occupazione e l’inderogabilità della sovranità monetaria (redatto da Giuseppe PALMA e a firma delle senatrici De Pin e Casaletto)

DDL di REVISIONE COSTITUZIONALE che abroga il vincolo del pareggio di bilancio e costituzionalizza i contro-limiti, la piena occupazione e l’inderogabilità della sovranità monetaria

(redatto da Giuseppe PALMA e a firma delle senatrici De Pin e Casaletto)

§§§

Ecco a voi il mio DDL di revisione costituzionale (n. 2703 comunicato alla Presidenza il 15 febbraio 2017), a firma delle senatrici Paola De Pin e Monica Casaletto (di Riscossa ItaliaGruppo Misto). A breve terrò la conferenza-stampa in Senato per la presentazione di questo DDL da me redatto, alla quale prenderanno parte le senatrici De Pin e Casaletto (firmatarie del DDL),oltre agli avvocati Marco Mori e Luigi Pecchioli (rispettivamente segretario e presidente di “Riscossa Italia“)

I principali obiettivi di questo DDL di revisione costituzionale da me redatto sono:

  • la costituzionalizzazione dei contro-limiti così come sanciti dalla Corte costituzionale (Sentenze numm. 284/2007 e 238/2014);
  • l’abrogazione del vincolo del pareggio di bilancio introdotto in Costituzione nel 2012;
  • la costituzionalizzazione dell’inderogabilità della sovranità monetaria (quindi il suo ripristino);
  • il ripristino della sovranità nazionale;
  • la costituzionalizzazione dell’obbligo per la Repubblica di perseguire l’obiettivo della piena occupazione;
  • la costituzionalizzazione dei limiti all’imposizione fiscale;
  • il mantenimento del sistema del bicameralismo paritario ma con l’introduzione di una commissione parlamentare di conciliazione che funzioni attraverso procedure democratiche previste da legge costituzionale. L’approvazione delle leggi avverrà sempre e comunque da parte di entrambe le aule parlamentari in un sistema di bicameralismo paritario, ma con un tentativo di miglioramento del sistema stesso, pur garantendo il ruolo paritario delle due Camere.

§§§

Per poter legge il mio DDL è possibile scaricarlo direttamente dal sito del Senato cliccando uno dei seguenti link:

Versione in PDF, stampabile (con allegata Relazione al DDL):

Versione a video:

Versione stampabile (da video):

 

Avvocato Giuseppe PALMA

 

 

Celebrazioni 25 marzo 2017: Trattati europei e moneta unica VS Costituzione. Speciale completo in tre parti (di Giuseppe PALMA)

Celebrazioni 25 marzo 2017: Trattati europei e moneta unica VS Costituzione. Speciale completo in tre parti (di Giuseppe PALMA)

Il 25 marzo di quest’anno si terranno le celebrazioni per il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma che diedero vita alla CEE (Comunità Economica Europea), una costruzione totalmente diversa dall’UE (Unione Europea), nata a Maastricht nel 1992 e consolidatasi a Lisbona nel 2007, la quale è diventata un vero e proprio recinto schiavistico che sottomette circa mezzo miliardo di persone.

Al fine di comprendere cos’è l’Unione Europea, quindi cosa sono i suoi Trattati, cos’è l’euro e il perché del pareggio di bilancio, analizzando altresì il loro rapporto (impossibile!) con la nostra Costituzione, presento qui di seguito il mio SPECIALE completo in tre parti: “Trattati europei e moneta unica VS Costituzione”, già precedentemente pubblicato a puntate su questo blog.

Cliccando sui link sottostanti accederete gratuitamente alla lettura del mio SPECIALE:

PARTE PRIMA: I problemi connessi al rapporto gerarchico tra le Fonti del Diritto:

PARTE SECONDA: l’anti-democraticità dell’UE e delle sue leggi:

TERZA ed ULTIMA PARTE: Moneta Unica e pareggio di bilancio, la morte degli Stati e della stessa UE

§§§

Allo scopo di fornire una base scientifica più ampia sul rapporto Costituzione-Trattati europei, allego inoltre due miei papers pubblicati su riviste giuridiche nel settembre 2015:

  1. Giuseppe PALMA,L’INCOMPATIBILITA’ TRA COSTITUZIONE ITALIANA E TRATTATI DELL’UNIONE EUROPEA“ (pubblicato sulla rivista giuridica “diritto.it”): http://www.diritto.it/docs/37310-l-incompatibilit-tra-costituzione-italiana-e-trattati-dell-unione-europea
  2. Giuseppe PALMA e Marco MORI,L’INCOMPATIBILITA’ TRA COSTITUZIONE ITALIANA ED EVENTUALE COSTRUZIONE DEGLI U.S.E. – STATI UNITI D’EUROPA“ (pubblicato sulla rivista scientifica “diritto italiano”):  http://dirittoitaliano.com/approfondimenti/articolo.php?L-incompatibilita-tra-Costituzione-italiana-ed-eventuale-costruzione-degli-U.S.E.-275 ; Per scaricare direttamente il PDFhttp://www.dirittoitaliano.com/cmsAdmin/uploads/PDF-Paper-Avv-Giuseppe-Palma-e-Avv-Marco-Mori-su-USE.pdf

§§§

Avv. Giuseppe PALMA

P.S. coloro che volessero approfondire maggiormente gli argomenti trattati, potranno consultare i miei libri (andare nella sezione “libri” di questo blog).