La Costituzione scende in Piazza con Giuseppe Palma, che la presenta al pubblico di Ostuni

Martedì 22 agosto 2017 si è tenuta ad Ostuni, cioè nella mia città dove sono nato e vissuto fino ai ventinove anni di età, la presentazione del mio libroLa Costituzione come nessuno l’ha mai spiegata. Un viaggio con la più bella del mondo in occasione dei suoi 70 anni” edito da Key editore.

L’evento si è collocato nel 70° anniversario della promulgazione della nostra Costituzione, che ricorre il 27 dicembre di quest’anno.

Qui di seguito l’intervista che ho rilasciato ad OstuniLive all’indomani della grande serata letteraria ostunese (articolo a cura di Leonardo Zizzi):

§§§

La Costituzione scende in Piazza con Giuseppe Palma, che la presenta al pubblico ostunese

Il costituzionalista e scrittore di origini ostunesi ha presentato ieri sera in Piazza Sant’Oronzo il suo ultimo lavoro a un attento pubblico composto anche da giovani e turisti

Si è svolta ieri sera, 22 agosto, in piazzetta Sant’Oronzo a Ostuni, la presentazione dell’ultimo libro dell’Avvocato Giuseppe Palma, scritto in occasione del settantesimo anniversario dalla promulgazione della nostra Costituzione, che si celebra il 27 dicembre di quest’anno. Il volume, dal titolo: “La Costituzione come nessuno l’ha mai spiegata. Un viaggio con la più bella del mondo in occasione dei suoi 70 anni”, ha visto un’ampia partecipazione di concittadini e turisti affascinati dall’interessante dibattito. A prenderne parte, oltre all’autore, v’erano Giuseppe Francioso, consigliere comunale del Comune di Ostuni nonché organizzatore della kermesse letteraria, e Michele Conte, presidente del Consiglio di Amministrazione del Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale.

I temi affrontati nel libro di Palma riguardano sia il difficile rapporto tra Costituzione italiana e Trattati europei /moneta unica, che una chiara spiegazione dei Principi Fondamentali della Carta. “I diritti fondamentali – dichiara l’autore ai nostri microfoni – sono continuamente sotto attacco da parte delle vili esigenze dettate dalla sovrastruttura europea, quindi dalla commissione europea e dalla Bce. La nostra Costituzione mette il diritto al lavoro in primo piano, tant’è che è inserito sia nel primo che nel quarto articolo della Carta, mentre i Trattati europei, benché parlino di piena occupazione, rinchiudono quest’ultima nella cornice capestro della competitività selvaggia e della stabilità dei prezzi, quindi l’opposto del significato primigenio della nostra Costituzione”. Inoltre, nonostante i temi non di semplice comprensione, il pubblico ha seguito attentamente l’intero incontro fino alla fine, affascinandosi a tal punto da richiederne copia del volume. Il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola e il senatore Vittorio Zizza hanno preso parte all’evento letterario salutando turisti e cittadini.

Palma, che ad oggi ha già scritto e pubblicato ben ventisei libri, concludeva con un’affermazione particolarmente interessante: “I Trattati europei parlano di competitività. Voglio ricordarvi che sono le bestie a competere; l’uomo invece coopera e collabora”. L’autore coglie inoltre l’occasione per ringraziare Giuseppe Francioso, il quale, per il secondo anno consecutivo, si è impegnato affinché le opere letterarie di Palma fossero conosciute anche nella sua città di origine, come in tutta Italia” (http://www.ostunilive.it/news/cultura/516634/la-costituzione-scende-in-piazza-con-giuseppe-palma-che-la-presenta-al-pubblico-ostunese).

Alcune foto dell’evento:

Un breve video di sette minuti che propone uno stralcio della presentazione (come diretta facebook):

https://www.facebook.com/saldifranco48/videos/10212442859417864/

Riporto anche il resoconto della Kermesse letteraria uscito su “OstuniNotizie“: http://www.ostuninotizie.it/it/attualita/2017/08/24/lavvocato-giuseppe-palma-piazza-spiegare-la-costituzione/

Avv. Giuseppe PALMA

 

“LA SOLITUDINE DI UNA GENERAZIONE SENZA LAVORO” – Raccolta di Poesie Sociali e dell’Essere sulla mancanza di lavoro (e-book di Giuseppe PALMA)

E’ uscito un mio nuovo libro. 

Trattasi di una raccolta in e-book di Poesie Sociali e dell’Essere circa la devastazione dell’animo umano a causa della mancanza di lavoro o della precarietà dello stesso: 

LA SOLITUDINE DI UNA GENERAZIONE SENZA LAVORO

Raccolta di Poesie Sociali e dell’Essere (come la crisi economica ha devastato l’animo umano)”

Autore: Giuseppe PALMA

Editore: Editrice GDS, giugno 2017

Formato: e-book; costo: € 0,99

§§§

Scrivo Poesie dal 1996. E’ stata la mia prima passione.

Il pubblico mi conosce ormai come scrittore di testi soprattutto di diritto costituzionale e diritto dell’Unione Europea, o anche come divulgatore storico e letterario. Meno come narratore. Ma certamente in pochi, tranne i compagni dell’ “età mia nova” (cit. Leopardi), mi conoscono come poeta. Tuttavia, come talvolta uso affermare nelle mie conferenze, “io nasco poeta”.

Dopo aver scritto e pubblicato otto saggi e tre racconti con i quali ho denunciato e messo in evidenza – da un lato tecnicamente e dall’altro in narrativa – i gravi aspetti di criticità sia dei Trattati europei che dell’Euro, oltre che spiegare la Costituzione, i suoi principi fondamentali e il suo rapporto critico con i Trattati UE e la moneta unica, ecco che su questi temi arriva anche la Poesia.

Ho messo dunque in Versi le terribili conseguenze della crisi economica compiendo un viaggio profondo nella devastazione dell’animo umano a causa della mancanza di lavoro o della precarietà dello stesso…

In questo libretto raccolgo pertanto quattordici mie composizioni poetiche degli ultimi anni su temi sociali e sull’indagine introspettiva dell’animo umano in merito alle conseguenze della crisi economica e della mancanza di lavoro.

Il capitale internazionale, che ha nell’euro il suo più solido strumento di governo, impone salari bassi e comprime le garanzie contrattuali e di legge in favore del lavoratore, quindi reprime violentemente – fino ad esautorarne il senso – il principio fondamentale del lavoro sul quale si fonda la nostra Repubblica ai sensi del primo comma dell’art. 1 della Costituzione.

Il resto lo fa l’intellighenzia di casa nostra, la quale, vigliaccamente assoggettatasi all’establishment eurocratico, non solo avalla il corso criminale della restaurazione globalista, ma si spinge addirittura oltre arrivando a giustificare finanche il lavoro gratuito, smembrando e stuprando uno dei pilastri fondamentali sul quale trova fondamento la Repubblica italiana. Il lavoro, infatti, secondo quelle che furono le intenzioni dei nostri Padri Costituenti, costituisce sia strumento di dignitoso sostentamento per il lavoratore e per la sua famiglia, ma anche – e soprattutto – strumento di progresso sociale e di sviluppo della persona umana.

Su questo, gli articoli 1, 4, 35, 36, 37 e 38  della Costituzione sono chiarissimi.

Infine, per quanto riguarda la politica, questa – al pari degli intellettuali salariati e degli scribacchini di regime – altro non fa che eseguire acriticamente gli ordini provenienti dalla sovrastruttura europea e dal capitale internazionale, stuprando quotidianamente la sovranità popolare e tutti i principi inderogabili della Costituzione primigenia.

Finora ho spiegato la modernità Restauratrice attraverso la saggistica e la narrativa. Non potevo non farlo anche attraverso la Poesia.

Questo è il mio 25° libro.

Buona lettura.

 Giuseppe PALMA

§§§

Chi volesse acquistare l’e-book:

Amazonhttps://www.amazon.it/solitudine-una-generazione-senza-lavoro-ebook/dp/B071KMZSSF/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1497960348&sr=1-1&keywords=la+solitudine+di+una+generazione+senza+lavoro

Ibs: https://www.ibs.it/solitudine-di-generazione-senza-lavoro-ebook-giuseppe-palma/e/9788867826391?inventoryId=75904606

Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/ebook/9788867826391/autore-giuseppe-palma/la-solitudine-di-una-generazione-senza-lavoro-e-book.htm

BookRepublic: https://www.bookrepublic.it/book/9788867826391-la-solitudine-di-una-generazione-senza-lavoro/

Nelle prossime ore verrà continuamente aggiornato l’elenco delle librerie on-line presso le quali sarà possibile acquistare l’e-book.

§§§

Giuseppe PALMA