//“La bianca Regina” (poesia di Giuseppe Palma dedicata alla sua Ostuni)

“La bianca Regina” (poesia di Giuseppe Palma dedicata alla sua Ostuni)

Il vero tesoro d’Italia è rappresentato dall’intera arte medievale e rinascimentale (soprattutto da quella cristiana), dalle tradizioni locali e dai meravigliosi centri storici che regnano in tutto il Paese. Ho deciso dunque di scrivere questa Poesia che dedico al mio paese di origine, Ostuni, la Città Bianca, uno tra i borghi medievali più belli del mondo. Buona lettura.

La bianca Regina

Intrisa di latte e zucchero
è la sua cintura, forte come pietra
calcarea e morbida come alghe
del mar. Nei viottoli s’annida
l’antico odor di vecchiarelle
che favellano, or di questo, poi di
quello, ricordando il tempo che fu.
Su strade sconnesse casupole
bianche sovrastano il ciel, mirando
il mar di lontano e sussurrando
all’anima un sospir. A mo’ di presepio
d’estate, domina la selva d’ulivi
come Regina di normanno splendor.
La incontro di notte nel sonno
e avvolta in un velo di lino mi fa:
«Fui Donna sveva e angioina,
poi aragonese e d’asburgo,
mai doma, mai vinta, ma nel cuore
fitto un dolor». Mi schiòppa lo spavento
ch’accompagna il suo Amor, con un solco
sul volto e una lama nel Cuor.

Giuseppe Palma

***

Consigli letterari: (di Giuseppe Palma e Paolo Becchi, “Dalla Seconda alla Terza Repubblica. Come nasce il governo Lega-M5S“, con Prefazione di Matteo Salvini, Paesi edizioni: https://www.amazon.it/Dalla-Seconda-Repubblica-governo-Lega-M5S/dp/8885939074/ref=mp_s_a_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85Z%C3%95%C3%91&qid=1534592637&sr=8-1&pi=AC_SX236_SY340_QL65&keywords=dalla+seconda+alla+terza+repubblica&dpPl=1&dpID=51d0hIhW8xL&ref=plSrch)