//Sala, il sindaco dei milanesi o dei musulmani? (di Vetullio MUSSOLINI)

Sala, il sindaco dei milanesi o dei musulmani? (di Vetullio MUSSOLINI)

Articolo ironico di un Mussolini, in dedica al sindaco Sala.

Sarebbe interessante che il sindaco Sala trovasse il tempo di fare un viaggio socio-culturale nella repubblica nigeriana, dove qualche giorno fa un gruppo di islamici ha pensato “bene” di uccidere in una Chiesa 19 fedeli cristiani, tra cui due sacerdoti.

Indubbiamente il sindaco Sala, nonostante la sistematica eliminazione in corso dei cristiani, dovrebbe favorire un gemellaggio culturale tra la capitale nigeriana e la metropoli lombarda.

Mi meraviglio che un tale individuo sia potuto diventare sindaco. Non so attraverso quali alchimie mentali possa avallare e sostenere la costruzione di moschee nel territorio metropolitano. Ormai è appurato che questi luoghi di culto risultino essere non solo scuole dogmatiche, ma centri di formazione ed addestramento terroristico. Ormai larga parte dei quartieri urbani sono terra conquistata dalle brigate musulmane.

Alla luce di queste considerazioni mi domando quale sarà la stazione di arrivo. Andando avanti di questo passo, sarebbe utile cambiare il nome della città con uno più consono al nuovo corso arabo e musulmano. Chiederemo consigli al dittatore turco Erdogan, che in materia ci sa fare. Non escludiamo un gemellaggio Milano-Istanbul con un abbraccio fraterno tra Sala e il leader turco.

Vetullio Mussolini