//L’attacco alla Siria e lo stallo politico in Italia (un corsivo di Giuseppe PALMA)

L’attacco alla Siria e lo stallo politico in Italia (un corsivo di Giuseppe PALMA)

Stanotte l’asse Usa-Uk-Francia ha attaccato la Siria.

I “più europeisti” e gli “intellettuali salariati” si sono spesi in favore di un attacco militare in Siria. Cioè quelli che difendono la costruzione europea sulla base del fatto che abbia garantito 70 anni di pace, oggi vogliono la guerra con la Siria (giustificandola col pretesto di un uso del tutto non provato di armi chimiche da parte di Assad).

Questa notte Usa, Regno Unito e Francia (cioè l’asse anglo-franco-americano che nei giorni scorsi aveva preparato militarmente l’operazione) hanno attaccato la Siria.
Se la Russia risponde, dell’Europa resteranno solo i 70. Il resto sarà spazzato via, compresa la pace. E in questo l’intervento francese al fianco di Usa e Uk complica non di poco la situazione.

Ma credo che Putin, anche stavolta, darà grande prova di buon senso.
A questo punto si faccia qui da noi un governo Centrodestra-M5S e si mandi Berlusconi a trattare con Putin e Trump. Sul Cavaliere si può dire di tutto, ma nei rapporti tra Usa e Russia è l’unico in grado di risolvere i problemi più complessi, stante soprattutto gli ottimi rapporti personali con Putin.

Di Maio scenda dal piedistallo. Ora. Si dia vita ad un governo Centrodestra-M5S e si inizi a lavorare seriamente anche in politica estera.

Giuseppe PALMA

Si ringrazia “Economia Democratica” per la possibilità di utilizzare le immagini realizzate dal loro staff.