//Rimborsopoli: l’intervista che Giuseppe Palma ha rilasciato a “Lo Speciale News”

Rimborsopoli: l’intervista che Giuseppe Palma ha rilasciato a “Lo Speciale News”

Qui di seguito l’intervista che ho rilasciato questa mattina (16 febbraio) ad Americo Mascarucci de “Lo Speciale Newshttps://www.lospecialegiornale.it/2018/02/16/rimborsopoli-m5s-palma/

Rimborsopoli M5S, Palma: “Vera onestà è la capacità. Perché il centrodestra può vincere”:

Rimborsopoli 5Stelle, sarebbero 14 le persone coinvolte secondo un nuovo servizio delle Iene. Lo Speciale ne ha parlato con il costituzionalista Giuseppe Palma, avvocato, firma di Libero insieme al Prof. Paolo Becchi e autore del libro “La Costituzione come nessuno l’ha mai spiegata” e di “Come finisce una democrazia, i sistemi elettorali dal dopoguerra ad oggi”. La domanda di fondo è: quanto i 5S sono rimasti vittime della sindrome di Robespierre? Il moralismo tanto sbandierato è la buccia di banana su cui i pentastellati sono rovinosamente scivolati?

1) Palma, nel Movimento 5Stelle si è verificato l’effetto Robespierre? I pentastellati sono rimasti vittime del loro stesso moralismo?

La penso da sempre come Benedetto Croce ossia che l’uomo politico onesto è solo quello capace. Sbandierare l’onestà non è sinonimo di capacità. Loro hanno puntato su questo e hanno sbagliato. In questo caso va precisato non siamo in presenza di una truffa ai danni dello Stato, ma di soldi sottratti al Movimento con un’azione anche un pò sciocca, quella cioè di effettuare un bonifico per poi revocarlo entro le 24 ore successive. Di fronte a chi sbandiera come proprio vessillo l’onestà, non si può restare indifferenti per certi trucchetti direi piuttosto maldestri”.

2) Quali conseguenze provocherà questo scandalo all’interno del Movimento? 

“A me viene da ridere quando sento i candidati colti in fallo dire che una volta eletti si dimetteranno. Non ho visto mai nessuno rinunciare a diecimila euro al mese. Non vorrei che alla fine le dimissioni altro non fossero che l’ennesimo trucchetto rappresentato dal passaggio al gruppo misto. Ripeto, qui ciò che è inqualificabile è la modalità messa in atto che farebbere ridere se non ci trovassimo di fronte ad una forza politica che pretende di governare il Paese. Questi in pratica avrebbero truffato loro stessi”.

3) Però molti dicono che alla fine potrebbe verificarsi l’effetto boomerang. In fondo qui nessuno ha rubato, quindi l’attenzione mediatica intorno alla rimborsopoli grillina potrebbe far addirittura guadagnare voti al Movimento visto che molta gente guarderebbe con sospetto l’accanimento verso i 5S in campagna elettorale. E’ d’accordo?

“Non credo all’effetto boomerang.  A me elettore interessa che queste persone possiedano capacità politiche, ma che capacità politiche può avere uno che si mette a fare un bonifico per poi revocarlo dopo poche ore pensando pure di non essere scoperto? Come si può pensare di poter affidare le sorti del Paese a chi dimostra di possedere un livello tanto basso? Poi è naturale che ci sia chi possa credere pure alla teoria del complotto, ma alla fine nessuno sta dicendo che questi hanno rubato soldi pubblici. Se loro stessi non si fossero messi a sbandierare la loro diversità in campo morale questo scandalo non ci sarebbe stato. Se lo sono creati da soli”.

4) Intanto i sondaggi continuano a delineare la sicura ingovernabilità dopo il voto. Nessun partito avrebbe i numeri per formare un governo e saranno inevitabili larghissime intese. A questo punto, che senso ha una campagna elettorale dove tutti promettono tutti, attaccano gli altri, se poi dopo il voto dovranno governare insieme?

“Questa è un’altra bufala, chiamiamola pure fake news. Certi sondaggi secondo me sono commissionati ad arte per spingere gli italiani all’astensionismo. Con Paolo Becchi abbiamo dimostrato che con il 40% nei collegi plurinominali a livello nazionale e con un distacco di circa 10 punti fra il primo più votato e il secondo, la maggioranza assoluta dei seggi è possibile. Ritengo che tutti quelli che diffondono sondaggi per dimostrare che nessuna maggioranza è possibile, vogliano in realtà spingere gli elettori a restare a casa per poter favorire il caos politico che tanto piace a Bruxelles. L’obiettivo è fare in modo che non ci sia una maggioranza dopo il voto per poter avere, o un Gentiloni bis molto gradito in Europa, oppure un governo Di Maio sostenuto da fuoriusciti del Pd e da Liberi e Uguali. Ma credo che con il centrodestra al 40% e il M5S poco al di sotto del 30%, si potrà avere la maggioranza assoluta dei seggi. Scatterà una sorta di premio di maggioranza nascosto. Il 40% nei collegi plurinominali darebbe al centrodestra, a condizione che vi sia un distacco di dieci punti con il secondo, la garanzia di vedersi assegnata la maggioranza assoluta nei due rami del Parlamento, grazie all’assenza del voto disgiunto e al travaso automatico dei consensi dall’uninominale al plurinominale e viceversa”. 

§§§

Intervista che ho rilasciato questa mattina (16 febbraio) ad Americo Mascarucci de “Lo Speciale Newshttps://www.lospecialegiornale.it/2018/02/16/rimborsopoli-m5s-palma/

Giuseppe PALMA