//I GOVERNI ANTI-AUSTERITA’ SARANNO BASTONATI. LE MINACCE DELL’UE (di Giulio BETTI)

I GOVERNI ANTI-AUSTERITA’ SARANNO BASTONATI. LE MINACCE DELL’UE (di Giulio BETTI)

Bruxelles presenterà il conto per una manovra bis al nuovo inquilino di Palazzo Chigi dopo le elezioni, che dovrà correggere il rapporto deficit/pil dello 0,3%. Un intervento da circa 5 miliardi di euro. Ma il quantum dipende anche da chi guiderà l’Italia nella prossima legislatura: il conto sarebbe PIU’ PESANTE se dovessero vincere partiti antieuropeisti, o poco intenzionati a tenere i conti pubblici sotto controllo e in ordine.” (http://tg.la7.it/economia/ue-moscovici-pil-italiano-a-15-ma-con-le-riforme-07-02-2018-124423)

Quindi fatemi capire, ancora esiste qualcuno (partiti politici o gruppi di pensiero) che ritiene possibile un allentamento dell’austerità all’interno della moneta unica e dei conseguenti vincoli di bilancio Ue?
Dopo tutti questi anni ancora credete che si possa attuare una politica di bilancio differente, restando all’interno di queste regole?
Ci specificano che i governi anti-austerità saranno quelli più bastonati, come ritorsione.

Non si può dire che mentano, ogni giorno ci dicono in faccia la realtà delle cose.
Cos’altro vi serve?

Giulio BETTI