//L’Italia può fallire? (di Marco MORI)

L’Italia può fallire? (di Marco MORI)

L’Italia può fallire? La maggior parte delle persone è purtroppo convinta di sì. La maggior parte delle persone pensa che la moneta sia un bene raro e che evidentemente per averla si debbano scavare miniere, coltivare campi o trivellare i fondali oceanici. Magari qualcuno pensa pure di andare a cercarla nello spazio…

Ovviamente non è così. La moneta è un mero strumento che uno Stato può creare dal nulla nelle quantità che decide sovranamente. Ma allora perché ci dicono che non ci sono i soldi, ad esempio per le pensioni? Semplicemente vi prendono per i fondelli o fanno parlare in TV persone così ignoranti che davvero non conoscono questa semplice verità. Analfabeti funzionali che diventano i migliori alleati dei poteri economici che ci hanno strappato il controllo sulla moneta.

Solo uno Stato che perde la sovranità monetaria, che rinuncia a creare la sua moneta, può effettivamente fallire. Tuttavia, in questo caso, tecnicamente non si può neppure più parlare di Stato e dunque dire che gli Stati non possono fallire è un’affermazione incontestabile, esattamente come quella di dire che 1+1 fa 2. Non siamo nel campo delle opinioni, chi lo nega è semplicemente ignorante.

Se lo Stato non ha la sua moneta non dispone di una parte di sovranità fondamentale. Lo Stato esiste solo quando ha intatti i suoi tre attributi fondamentali ovvero popolo, territorio e sovranità. Senza sovranità lo Stato perde la sua stessa essenza e viene retrocesso al livello di qualsivoglia altro soggetto privato.

Chi non può creare moneta dal nulla, ovviamente può fallire. Sento già qualcuno che menziona l’Argentina… l’Argentina, quando venne dichiarata in “default”, non era più uno Stato! Essa poté fallire perché non disponeva della sua moneta che aveva follemente ancorato al cambio fisso con il dollaro USA, scelta monetaria che comportava l’impossibilità di stampare.

Questa è la scelta che ha fatto anche l’Italia privandosi della sovranità monetaria ceduta al sistema europeo delle banche centrali (SEBC). Il SEBC crea moneta dal nulla come una volta facevano gli Stati, ma i trattati europei vietano di usare questa moneta per il pubblico interesse, questi soldi non vanno agli Stati ma unicamente alle grandi banche che posso impiegarli per speculare e spingerci sempre più a fondo.

Questa è l’UE, questa è la sola ragione della crisi economica.

Avv. Marco Mori, autore de “Il tramonto della democrazia, analisi giuridica della genesi di una dittatura europea”, disponibile on line su ibs