La piramide del potere in Italia (di Giuseppe PALMA)

A volte, forse spesso, le immagini valgono più di mille parole.

Ed è il caso di questa piramide che ho disegnato per riassumere – seppur semplicisticamente – la gerarchia del potere in Italia, ma più in generale in tutti i Paesi dell’Eurozona:

1) Primo strato: (in cima alla piramide): chi detiene il CAPITALE INTERNAZIONALE e chi lo gestisce;

2) Secondo strato: BCE e intero sistema bancario.. Qui l’euro, la moneta unica europea, funge da vero e proprio strumento di governo;

3) Terzo strato: Multinazionali e Finanza, cioè dove i detentori del capitale internazionale impiegano le proprie risorse;

4) Quarto strato: la sovrastruttura EUropea, vale a dire la Commissione EU, il Consiglio dell’UE e l’Eurogruppo. Il Parlamento europeo non conta nulla, quindi nella piramide non è citato;

5) Quinto strato: alcuni personaggi ed organizzazioni a servizio dei primi quattro strati. Oltre ad avere un ruolo di “suggeritori”, vengono – a seconda delle necessità – impiegati in ruoli politici ed istituzionali direttivi o addirittura di governo. Quando ciò non è possibile, svolgono un decisivo ruolo di moral suasion. In questa categoria rientrano anche scrittori di regime e intellettuali salariati;

6) Sesto strato: la Magistratura, cioè una parte di essa strettamente funzionale alle esigenze degli strati superiori;

7) Settimo strato: informazione di regime (soprattutto tv e giornali) asserviti agli strati.superioori, capaci di incidere fattivamente sulle decisioni dei due strati più bassi;

8) Ottavo strato: politici e Istituzioni della Repubblica, quindi Governo, Parlamento, Quirinale e Corte costituzionale;

9) Nono ed ultimo strato: il POPOLO.

Dov’e finita la democrazia? Dov’e la libertà? Dov’e finita la sovranità popolare?

GiuseppePALMA

 

 

Un pensiero su “La piramide del potere in Italia (di Giuseppe PALMA)

  1. Come mai non è stato fatto uno strato esclusivamente per il Vaticano? Al punto 5, inserire solo il nome “Papa Francesco” tra i politici mi sembra un po’ poco. Tutta la classe clericale comprendente cardinali vescovi e il Papa… non meritavano uno strato dedicato esclusivamente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *