//Consigli a Laura Boldrini per la distruzione dei monumenti fascisti (di Vetullio MUSSOLINI)

Consigli a Laura Boldrini per la distruzione dei monumenti fascisti (di Vetullio MUSSOLINI)

Laura Boldrini, president(a) della Camera dei deputati, ha affermato che alcuni partigiani le avrebbero confidato di sentirsi offessi quando passano sotto i monumenti fascisti, simbologia che in Germania è stata invece abbattuta.

Bene, cara President(a), potrebbe partire ad esempio dall’abbattimento della stazione centrale di Milano per poi passare al Palazzo di Giustizia in Corso di Porta Vittoria, per terminare con la distruzione dell’ospedale Niguarda.

Sperando che Lei possa procedere celermente, visto che la Legislatura volge al termine e probabilmente non sarà mai più rieletta (salvo che la nuova legge elettorale non preveda i listini bloccati), mi permetta di suggerirLe anche l’abbattimento di tutti i monumenti costruiti in epoca romana, visto che il fascismo si rifaceva molto alla simbologia del periodo imperiale. A tal proposito potrebbe abbattere il Colosseo, oggi ricettacolo di prostitute e gatti randagi, per sostituirlo con un bel grattacielo costruito dai Suoi amici architetti radical-chic, oppure potrebbe ricoprire di cemento i resti di Pompeo ed Ercolano, per poi terminare con un bel detonatore sotto l’Altare della Patria, costruito nel 1925, per sostituirlo con la più grande Moschea del mondo, in cemento armato e senza intonaco.

Forza president(a) Boldrini. Manca poco alla fine della Legislatura. Distrugga tutto. La nostra storia e la nostra civiltà. In nome di un antifascismo più pericoloso del peggior fascismo.

Vetullio MUSSOLINI