Ci risiamo: la tirannia €Uropea chiede all’Italia di tassare la prima casa (di Giuseppe PALMA)

E’ proprio il casi di dirlo: “ce lo chiede l’Europa”!

Una raccomandazione dell’UE invita il nostro Paese a spostare l’imposizione fiscale dalle imposte sul lavoro (quindi dai fattori di produzione) ai fattori che hanno un impatto minore sulla crescita, come la tassa sulla prima casa, invitandoci altresì a ridurre il debito pubblico, il quale, come sappiamo, è ricchezza per i cittadini!

Bruxelles ci preannuncia anche che la manovra per il prossimo anno dovrà portare ad un robusto sforzo di bilancio (alias ennesimo e consistente avanzo primario), rinviando la relativa trattativa in autunno, ma da qui ad ottobre occorre trovare tra i 5 e i 10 miliardi.

Dove sono quelli del PD che festeggiavano per la vittoria del “banchiere riformatore” Macron?

Ah, dimenticavo? Dal 2019 dovremo fare pareggio di bilancio e, già quest’anno, l’apparato €urocratico dovrà decidere se inserire il fiscal compact nel diritto originario dell’UE (cioè nei Trattati europei).

Dove sono i “patrioti europei”?

Giuseppe PALMA

 

Un pensiero su “Ci risiamo: la tirannia €Uropea chiede all’Italia di tassare la prima casa (di Giuseppe PALMA)

  1. Pingback: CI RISIAMO: LA TIRANNIA EUROPEA CHIEDE ALL’ITALIA DI TASSARE LA PRIMA CASA | StopEuro.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *