//Appello ai lavoratori francesi: votate Marine LE PEN! Vi restituirà la Libertà e la dignità di essere francesi! (di Giuseppe PALMA)

Appello ai lavoratori francesi: votate Marine LE PEN! Vi restituirà la Libertà e la dignità di essere francesi! (di Giuseppe PALMA)

Cari cugini francesi; lavoratori, operai, disoccupati, precari, piccoli imprenditori e giovani professionisti,

il vostro appuntamento elettorale del 7 maggio è il più importante degli ultimi cinquant’anni nell’intero Vecchio Continente.

Vi trovate dunque a scegliere tra un candidato di plastica, Emmanuel Macron, appositamente costruito dall’establishment eurista e globalista, creatura dei Rothschild e di Attali, e una candidata del popolo, fiera sovranista e nemica dell’establishment, Marine Le Pen.

Leggendo i programmi elettorali di entrambi, è evidente che le intenzioni della signora Le Pen siano quelle di salvaguardare i posti di lavoro degli operai, impedendo o comunque limitando fortemente le delocalizzazioni, e di difendere non solo i confini francesi, ma soprattutto l’integrità della Nazione e del suo tessuto produttivo. E per farlo Marine ritiene, giustamente, che l’unica strada possibile sia quella di uscire dall’euro e di ridiscutere completamente l’intera la sovrastruttura europea, un apparato burocratico che schiaccia non solo la democrazia, ma soprattutto i diritti fondamentali sanciti nella vostra Costituzione!

L’€uro, che impedisce di scaricare il peso della competitività sulla moneta spostandolo interamente sul lavoro, incide negativamente non solo sui salari, ma soprattutto sulle garanzie contrattuali e di legge in favore del lavoratore: la loi Travail ne è un esempio lampante! Restare nell’euro, per voi francesi e noi italiani, significherebbe la definitiva morte della democrazia e dei diritti fondamentali! E il sig. Macron, che era ministro dell’economia di Hollande, lo sa benissimo, per questo persegue l’obiettivo di salvare l’Unione Europea: all’uomo dei Rothschild, che non è affatto l’uomo nuovo che i media di regime vi hanno presentato, non interessa affatto né la Francia né i vostri posti di lavoro: ad egli interessa soltanto salvaguardare il capitale internazionale, infatti il suo programma politico-elettorale è strettamente funzionale alla sopravvivenza della tirannica sovrastruttura europea. E poco gli importa se ciò significa distruggere i diritti fondamentali e la democrazia!

Inoltre, qui in Italia giungono notizie che sareste spaventati nel votare la figlia di un fascista: sappiate che trattasi di un’argomentazione senza alcun fondamento! Il fascismo, nella sua definizione tipica, è morto definitivamente nel 1945! Semmai, oggi esiste una neofita forma di fascismo che tuttavia non è impersonato né dalla Le Pen né da tutti coloro che vorrebbero ripristinare un sano patriottismo costituzionale! Il neofascismo è infatti impersonato dall’Unione Europea che, con i suoi Trattati e la sua moneta criminale, sta provvedendo a smantellare sia le Costituzioni nazionali che i diritti fondamentali (tra i quali il lavoro) in esse sanciti! E il sig. Macron è proprio l’uomo dell’Unione Europea; egli non è uomo di Francia!

Alcuni commentatori italiani, la sera del 23 aprile, si sono lasciati andare – nella loro veste di servi del regime €urocratico – in commenti azzardati paragonando ad esempio Macron a Napoleone Bonaparte! Nulla di più falso! Napoleone era nemico di quell’Europa tirannica di allora! Macron è invece servo dell’Unione Europea di oggi! 

La salvezza dell’Europa (intesa come libera e pacifica convivenza tra Stati sovrani capaci di autodeterminarsi in collaborazione con gli altri Stati) passa proprio dalla vittoria di madame Le Pen! Se Marine Le Pen fosse eletta Presidente della Repubblica francese, non solo la Francia tornerebbe ad essere la Francia, ma nell’intero Vecchio Continente soffierebbe nuovamente un vento di Libertà similare a quello che soffiò, sempre lì da voi, con la Rivoluzione francese.

Il sign. Macron è uomo dell’Ancien Régime che, spazzato via dalla porta, è rientrato prepotentemente dalla finestra attraverso l’Unione Europea e l’euro!

Domenica 7 maggio ciascuno di voi avrà nelle proprie mani il destino non solo della Francia, ma dell’intera Europa! Quindi, vi chiedo di votare per Marine Le Pen!

Come accadde nel 1789, nel 1830 e nel 1848, sarete Voi francesi – attraverso un voto corale in favore di Marine Le Pen – a liberare l’Europa dalla schiavitù dei mercati finanziari che tengono sotto scacco gli Stati nazionali e i diritti fondamentali costati nei secoli milioni di morti.

Marine Le Pen è per voi, e per noi tutti, la nuova Jeanne d’Arc! Non traditela! Non tradite la Francia!

Da italiano che ama senza compromessi la sua Patria e la sua Costituzione, per il bene dell’Europa e per la salvezza dei popoli e dei diritti fondamentali sanciti nella vostra e nella nostra Costituzione, in nome della Libertà grido Vive La France!

Avv. Giuseppe PALMA