SCHULZ: “SENZA L’EURO LA GERMANIA DOVREBBE TEMERE L’ITALIA E LA FRANCIA, NON LA CINA” (tratto dal blog “VOCIDALLESTERO”)

Riporto qui di seguito uno stralcio dell’intervista realizzata nel 2012 da Der Spiegel a Martin Schulz, ex presidente del Parlamento europeo ed esponente di spicco dell’SPD (il partito social-democratico tedesco), che sfiderà la cancelliera Angela Merkel alle prossime elezioni politiche in Germania in programma tra qualche mese.

Der Spiegel, 04 settembre 2012:

[… ]

SPIEGEL: Nemmeno la maggioranza dell’opinione pubblica tedesca è d’accordo su una condivisione del debito.

Schulz: Purtroppo questa affermazione è assolutamente vera, e mi preoccupa molto. Ciò di cui abbiamo bisogno è di spiegare alla gente quali sono le alternative.

SPIEGEL: Quali sono?

Schulz: Reintrodurre il marco tedesco: sarebbe una valuta estremamente forte, che renderebbe le esportazioni tedesche molto più costose. L’industria automobilistica tedesca dovrebbe temere non più la Cina, ma la Francia e l’Italia, la Peugeot, la Citroën e la FIAT. La Germania diventerebbe troppo grande per l’Europa ma troppo piccola per il mondo.

[…]

Fonte: http://vocidallestero.it/2017/04/06/schulz-senza-leuro-la-germania-dovrebbe-temere-non-la-cina-ma-litalia/

~~~ ~~~ ~~~

Il kapò ha capito tutto! Preferisce avere colonie silenziose, alle quali ogni tanto concedere qualcosa, che Stati sovrani in grado di autodeterminarsi. Schulz non è il tipico neo-nazista tutto euro e austerità, è un qualcosa di diverso: un kapò che preferisce aiutare i prigionieri a vivere un tantino meglio, in modo tale che non creino grossi problemi alla Krante Cermania, salvo poi abbandonarli ugualmente al loro destino di morte o schiavitù perenne. 

Giuseppe PALMA 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *