Arrivano i nazisti: la “legge bavaglio” che vuole uccidere la libertà di pensiero e d’espressione sul web. Il ministero della verità è alle porte!

 

Eccovi un estratto del disegno di legge di iniziativa parlamentare che pone fine alla libertà di pensiero e d’espressione sul web.

Il nazismo è alle porte!

Chiunque diffonde o comunica voci o notizie false, esagerate o tendenziose […] è punito con la reclusione non inferiore a dodici mesi o con l’immenda fino a euro 5.000,00.

E chi decide se una notizia è esagerata o tendenziosa? Quale è il metro di misura del concetto di voce o notizia esagerata o tendenziosa? Chi lo stabilisce? Il Governo? Un’autorità filo-governativa? Una multinazionale dell’informazione su delega del Governo? Il MINISTERO DELLA VERITÀ di orwelliana memoria?

Ancora una volta la Costituzione, e nello specifico il primo commadell’art. 21, è stuprata con violenza! Nella totale indifferenza generale…

Questo si chiama nazismo!

Ci stanno togliendo la libertà, ma credo che – all’ultimo metro – falliranno inesorabilmente. Una mia zia, che purtroppo ora non c’è più, diceva sempre: “Cercare di reprimere la libertà è come mettere Gesù Cristo in carcere: scompare per poi riapparire da quest’altra parte delle sbarre“!

Giuseppe PALMA

 

9 pensieri su “Arrivano i nazisti: la “legge bavaglio” che vuole uccidere la libertà di pensiero e d’espressione sul web. Il ministero della verità è alle porte!

  1. Questo atteggiamento di una classe politica screditata e priva di ritegno nei confronti dei diritti del popolo non lo potremo stroncare che come stanno facendo i Romeni….questi cialtroni si rigenerano ogni giorno tenendo in mano stampa e TV e diffondendo notizie che stravolgono la realtà. Non ci può essere pace senza orgoglio nazionale e giustizia.

  2. Un ddl senza senso che dimostra l’ignoranza e l’arroganza della becera classe dirigente che comporterà l’avvio della procedura di infrazione europea per violazione dell’art.11 della carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

  3. Pingback: Arrivano i nazisti: la “legge bavaglio” che vuole uccidere la libertà di pensiero e d’espressione sul web. Il ministero della verità è alle porte! | Eurocrazia

  4. Pingback: Legge bavaglio, Costituzione stuprata con violenza nell’indifferenza generale |

  5. Pingback: Pronta la “legge bavaglio” che vuole uccidere la libertà di pensiero e d’espressione sul web « www.agerecontra.it

  6. Questa legge è improponibile soprattutto perchè a votarla saranno parlamentari. Gli stessi che, normalmente, sono colti in azioni flagranti e, quindi, commentati. Una legge così tarperebbe le ali alla satira che, per sua natura, deve essere esagerata.
    E poi con Magistrati già dalle idee poco chiare chi ci rassicura su un giudizio vero sull’esagerato o tendenzioso?
    Questa è “libertà” PD che dovrebbe vergognarsi di anteporsi al fascismo.

  7. Per cui anche la Rai va condannata!!!é un ‘arma a doppio taglio!!!sotto con le denunce M5s!!!!

  8. Lorenzo Puccinelli Sannini. Ricordo che il 1° comma dell’art. 21 della nostra Costituzione citato nel post di Palma recita testualmente: <>. A mio avviso la parte più inquietante del disegno di legge parzialmente riportato è la seguente: <> Mi sembra quindi evidente che se un cittadino qualsiasi afferma sul web, cosa che io ho fatto più volte in Italia Domani, che gli attuali parlamentari ed il governo da essi emanato, dovrebbero andarsene a casa in quanto eletti da una legge elettorale dichiarata incostituzionale dalla stessa Consulta, il medesimo dovrebbe finire in galera per almeno due anni e pagare un’ammenda di 10.000 euro. Forse, dato che il disegno di legge è stato proposto da membri del PD, questi, avendo nel loro acronimo la parola “democratico”, si sentono depositari dell’unica forma possibile di democrazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *